Gare

26* GRAND PRIX SICILIA 2020

26° Grand Prix Sicilia 2020,undici le prove in programma tutte fanno parte del livello Bronze, approvate dalla Fidal.  Tra le novità dell’edizione 2020 la possibilità di svolgere le gare nel pomeriggio, nei periodi di maggiore caldo della stagione.

Spulciando nel regolamento, tra le conferme, troviamo la certificazione ed omologazione dei percorsi delle gare su strada che saranno di 10 chilometri. Confermate anche le due griglie con gli organizzatori che che predisporranno alla partenza due “settori”, nei quali gli atleti avranno accesso in base ai tempi di accredito ottenuti a partire dalla stagione 2019 (nella prima griglia: 39’00” nelle gare di 10 km per gli uomini, 43’30’’nelle gare di 10 km per le donne). Le iscrizioni dovranno essere inviate entro il mercoledì antecedente il giorno della gara. Gli organizzatori non accetteranno iscrizioni (10 euro) pervenute oltre le 12:00 del venerdì prima della gara. Qualora l’iscrizione venisse inviata in ritardo, (tra il giovedì e le ore 12.00 del venerdì), l’organizzatore farà pagare una quota aggiuntiva a titolo di penale di 2 euro. 

Tre le tipologie di classifiche: Individuali (9 su 11 le gare per entrare in classifica), per Società (in premiazione solo le solo le società che avranno atleti classificati in almeno 9 gare su 11) e il circuito Bronze (con punteggi assegnati in maniera decrescente per i primi 10 atleti in ogni gara).

Al termine della stagione saranno premiati i primi dieci classificati di ciascuna categoria maschile e femminile, i ”fedelissimi”, ovvero coloro che hanno portato a termine tutte le gare del Grand Prix ma che non sono riusciti a piazzarsi fra le prime dieci posizioni di categoria, il vincitore e la vincitrice del circuito Bronze, le prime dieci società maschili e le prime otto società femminili.

Classifiche e Calendari

Sarà Sciacca, il prossimo 2 febbraio ad aprire la 26a edizione del Grand Prix di corsa. La manifestazione, inserita nel calendario nazionale della Fidal, prende il nome di 1° Trofeo Maria SS. del Soccorso, ed è organizzata dall’ASD Marathon Club Sciacca del presidente Alberto Fieramosca. Una gara, quella di Sciacca che è un vero e proprio momento di devozione degli sportivi saccensi verso la propria patrona, da qui l’intitolazione dell’evento a “Trofeo Maria SS. del Soccorso”.

Una devozione antica quattro secoli, con la città marinara che ogni anno rinnova il proprio atto di gratitudine e di devozione nei confronti di Maria Santissima del Soccorso, elevata a protettrice della Città, liberata dalla peste che nel 1600 colpì la Sicilia. 

Se il primo febbraio è per Sciacca il giorno del Voto, ricorrenza religiosa memorabile in cui ogni anno i cittadini fanno memoria dell’evento miracoloso della liberazione, il 2 febbraio è  giornata di festa, con il suono mattutino delle campane della Chiesa Madre che annuncia alla città il giorno più atteso dai saccensi. Una devozione che è tradizione: nel pomeriggio, infatti, più di 100 giovani pescatori, a piedi nudi e con maglietta blu come il mare, “corrono” a disputarsi un posto sotto le robuste travi, lunghe più di 10 metri, che sostengono la grande ‘Vara’. Alle ore 17, al segnale dell’arciprete, il presidente della “Cooperativa dei pescatori” sale sulla Vara e con un ampio gesto, a braccia larghe, comanda ai capibarca e ai timonieri di dare il via alla processione. Un grido possente prorompe dai petti dei portatori: ‘E ghittamu na vuci: viva, viva Maria!’”

E lo sport, in questi casi diventa strumento per fare conoscere le tradizioni della cittadina, le sue eccellenze, le sue tradizioni con l’atletica leggera, in particolare, deputata a promuovere il turismo sportivo.  Il primo “Trofeo Maria SS. del Soccorso” avrà come punto nevralgico la zona del borgo dello Stazzone, antistante l’area portuale.

Questo il programma:

 Ore 8.00 accoglienza atleti (presso il borgo dello stazzone);

Ore 9.30 Partenza della gara podistica.-

Ore 11. 00 Premiazione (presso il borgo dello stazzone);

Il percorso gara: circuito ad anello che misura 2,5 km da ripetersi 4 volte per un totale di 10 km, con partenza e arrivo al Borgo dello Stazzone; le strade interessate sono: via Lido Esperanto, via Gaie delle Garaffe, via Mulini, Piazza Consiglio, via delle Dogane, piazza Dogana, lungomare Cristoforo Colombo, banchina San Paolo, slargo antistante la “Rocca Regina” dove sarà posizionato il giro di boa, per fare ritorno al borgo dello Stazzone, dalle stesse strade percorse in andata.  

(SiciliaRunning)

nessun dettaglio aggiuntivo

I Nostri Sponsor

Molino Acciai Inossidabili
Palestra Meeting Sporting Club
Caffè Barbera
Forte Apache
Elisir di Rose